Regolamento Esami

REGOLAMENTO DEGLI ESAMI PER L’ISCRIZIONE ALL’ELENCO PROFESSIONALE DEL C.O.S. COORDINAMENTO OPERATORI SHIATSU

Procedure per l’ammissione alle prove d’esame

Aggiornamento del 7 luglio 2014

Per la richiesta di ammissione all’esame di iscrizione all’Elenco Professionale del C.O.S. si dovrà fornire la seguente documentazione:

  • certificazione dell’iter formativo

  • curriculum vitae formato europeo

  • fotocopia fronte/retro di un documento d’identità valido

  • codice fiscale

  • fotocopia versamento di 50€ per quota iscrizione esame

Modulo da compilare:

  • Domanda di ammissione all’esame

  • Modulo Privacy

Si intenderà formalizzata l’ammissione, con il pagamento della quota di iscrizione agli esami e l’invio di tutta la documentazione alla segreteria del C.O.S. entro e non oltre i 30 giorni precedenti la data stabilita per la sessione d’esame. Nel caso ci siano domande in esubero verrà tenuto conto dell’ordine di ricezione.

Sarà discrezione del Presidente della Commissione Esaminatrice del C.O.S. accettare domande in ritardo secondo il numero di candidati o slittare alla successiva sessione le domande in esubero.

Coloro che decideranno di presentare una tesi dovranno farla pervenire alla segreteria del C.O.S. prima e non oltre il 30° (trentesimo) giorno precedente la data degli esami.

La segreteria del C.O.S. invierà ai candidati la convocazione contenente data, orario e luogo di svolgimento dell’esame entro 15 giorni dallo stesso tramite lettera o altro mezzo di comunicazione.

Per ogni altra indicazione circa gli esami, l’ammissione agli stessi o l’iscrizione all’Elenco Professionale, si faccia riferimento al Regolamento Interno

PROVE D’ESAME

PRATICA:

Il Candidato eseguirà un trattamento (valutazione e trattamento relativo), su un Esaminatore, della durata di circa trenta minuti, esprimendo il suo personale modo di lavorare e la sua tecnica. Questa prova è a completa discrezione del Candidato, ma dovrà coinvolgere comunque più parti del corpo e/o più percorsi energetici per renderla il più possibile un trattamento completo.

La Commissione Esaminatrice si riserva la possibilità di richiedere un ulteriore trattamento della durata di circa dieci minuti, da eseguire su un altro Esaminatore, per fugare gli eventuali dubbi valutativi.

Per la durata di tutte le prove pratiche i Candidati saranno osservati da almeno un Esaminatore.

Saranno considerati indispensabili per la valutazione della prova, la “Pressione Shiatsu” così come è sancita dai suoi principi fondamentali e l’utilizzo di pollici, dita, palmi delle mani ed eventualmente gomiti. L’esecuzione di altre discipline o l’uso di altre parti del corpo nell’eseguire la pressione, dovranno essere esclusivamente complementari.

Saranno valutati, dal punto di vista formale e tecnico, la metodologia e la capacità di strutturazione del lavoro, l’atteggiamento dell’Operatore verso il Ricevente, la perpendicolarità, la capacità di mantenimento, presenza e sostegno della pressione, l’uso del peso dell’Operatore, la capacità valutativa nell’utilizzare le varie parti del corpo durante il trattamento, le posture, la respirazione e l’uso di Hara, la conoscenza anatomica delle zone e/o percorsi energetici trattati.

TEORIA:

La prova, sostenuta singolarmente dal Candidato, verterà su due possibilità:

a) Presentazione di una tesi su un argomento inerente l’esperienza personale del Candidato come Operatore Shiatsu (praticantato, casi particolari, relazioni con altre discipline o con la Medicina convenzionale, etc. etc.) di cui discutere con la Commissione Esaminatrice, la quale si riserva la possibilità di fare domande di carattere generale, a completamento di una prova non ritenuta sufficiente ai fini valutativi.

Ai fini della corretta valutazione, il Candidato dovrà inoltre inviare tramite la Scuola, il programma formativo.

Modalità di presentazione della tesi: 30 (trenta) giorni prima dell’esame il Candidato deve inviare alla segreteria tramite mail la sua tesi. Se la stessa non dovesse pervenire nella tempistica indicata, la Commissione Esaminatrice non potrà tenerla in considerazione ed il Candidato dovrà sostenere la versione “b” della prova teorica (vedi comma successivo).

Contenuti della tesi: la tesi deve essere frutto di un percorso personale ed esperienziale scaturito da una concreta ed effettiva attività di Shiatsu. Il contenuto deve essere comprensibile ed esplicativo dei mezzi pratici e teorici utilizzati nello svolgimento dei trattamenti, dovrà avere indicativamente una lunghezza massima di 30 facciate e contenere:

– premessa

– sviluppo

– descrizione a grandi linee dei trattamenti effettuati

– conclusioni

– bibliografia

b) Domande di carattere generale a partire dal trattamento effettuato nella prova pratica.

SHIATSU:

  • Storia ed origini

  • Principi fondamentali della pressione elaborati nella visione della scuola di provenienza

  • Posture fondamentali dell’operatore ( seiza, seiza sollevato o puntato, arciere o samurai

  • Conoscenza di un kata ( trattamento generale ) in cui il ricevente sia trattato nelle posizioni basilari (supino, prono, decubito laterale ed eventualmente seduto)

  • Concetti fondamentali di Kyo e Jitsu ( vuoto e pieno ) se utilizzati

  • Metodi di valutazione energetica

  • Valutazione dei cambiamenti avvenuti a seguito del trattamento

FONDAMENTI DI MEDICINA TRADIZIONALE CINESE ( M.T.C. ) se utilizzata

  • Filosofia della relazione micro-maco cosmica

  • Yin Yang (origini e leggi fondamentali)

  • Sei energie del cielo

  • Teoria dei cinque movimenti

  • Zang (Zo) / Fu (significato generale, differenze e rispettive caratteristiche, funzioni principali e relazioni tra di essi); Organi e Visceri

  • Canali energetici o Meridiani (conoscenza dei percorsi dei meridiani regolari );

  • Significato generale e funzioni dei meridiani regolari

  • Cinque sostanze

  • Anatomia e fisiologia occidentali

  • Anatomia topografica funzionale allo Shiatsu.

In ambedue i casi, saranno valutate la capacità descrittiva ed espositiva degli argomenti trattati, e naturalmente la conoscenza degli stessi.

ESITO.Verrà comunicato direttamente e personalmente al Candidato che, preso atto dello stesso, firmerà il verbale d’esame e contestualmente darà consenso alla divulgazione dei propri dati personali per scopi professionali, con apposito modulo.

Le due prove verranno comunque valutate distintamente, dando la possibilità al Candidato, di ripetere eventualmente, in altra sessione, solo una delle stesse.

Il Presidente del C.O.S.