La scelta di usare nel logo un ideogramma cinese unito ad un fonema occidentale manifesta il collegamento con entrambe le tradizioni che si fondono esprimendosi nella tecnica del trattamento shiatsu. Il C.O.S. vuole perciò farsi garante di questa scelta riconoscendo, da un lato un iter formativo dell’operatore basato sulla tradizione della disciplina shiatsu, dall’altro sostenendo l’individuale e personale ricerca evolutiva.

 

COS 2017 logo 1black compr. jpg

 

Il Coordinamento Operatori Shiatsu nasce per promuovere, diffondere e tutelare lo Shiatsu come disciplina del benessere e utilizza le proprie risorse ed energie in questa direzione, in uno spirito chiaro e trasparente.

Gli operatori iscritti alla nostra associazione sono in possesso di una formazione attualmente corrispondente a un minimo di 650 ore totali e, attraverso l’aggiornamento obbligatorio biennale, viene loro garantita una formazione continua in un’ottica di alta professionalità.

Attraverso l’ideazione o il supporto di eventi culturali che promuovono lo Shiatsu oltre le frontiere nazionali, ci adoperiamo in prima linea come associazione di operatori ed insegnanti per promuovere lo Shiatsu professionale aldilà di stili, sigle e confini geografici. 

Nel tempo abbiamo partecipato a molti dibattiti istituzionali e ricercato assiduamente il confronto con le istituzioni, a garanzia di uno Shiatsu serio e affidabile che tuteli l’utenza. A questo livello abbiamo ottenuto importanti riconoscimenti, così da essere visibili e operativi in totale trasparenza.

Passione, competenza e spirito di gruppo sono le caratteristiche che ci connotano e arricchiscono, nel desiderio di supportare e stimolare tutti i nostri associati motivandoli e coinvolgendoli nelle attività proposte.

 

2001: il 28 febbraio nasce il Collegio Operatori Shiatsu. In autunno si tiene la prima sessione di esami per l'ammissione all'albo professionale

2004: 1° convegno annuale e partecipazione al Seminario Internazionale di Shiatsu a Frascati (Roma)

2007: le porte del COS si aprono anche a chi proviene da altre associazioni Shiatsu. Prende il via una stretta collaborazione con ASSI in merito alla Formazione Permanente. Prima importante variazione dello Statuto e del Regolamento      che determinerà quella che ancora oggi è l'impronta del COS. Iscrizione al COLAP

2008: creazione del sito

2009: esce il 1° numero della rivista COStellazioni riservata agli associati. Iscrizione alla IAS (Interassociazione Arti per la Salute). A.R.S. – FVG confluisce nel COS

2010: inserimento nel Registro Regionale del Friuli V.G. delle Associazioni Prestatrici di Attività Professionali Non Ordinistiche. Si formalizza il servizio di assistenza legale e fiscale per gli associati 

2012: cambio del nome: da Collegio a Coordinamento Operatori Shiatsu. Ottenimento della Certificazione ISO 9001 per il marchio di qualità

2013: iscrizione all'elenco del Ministero di Giustizia in qualità di associazione rappresentativa a livello nazionale delle professioni non regolamentate. Iscrizione all'Ente Italiano di Normazione UNI. Iscrizione al Comitato Tecnico Scientifico  delle DBN di Regione Lombardia. Inserimento nell'elenco del Ministero Italiano dello Sviluppo Economico (MISE) per le Associazioni rappresentative a livello nazionale delle Professioni non Regolamentate così come previsto dalla              Legge n° 4 del 2013

2014: iscrizione al MISE nell'Elenco delle Nuove Professioni

2016: il COS diventa rappresentante per l'Italia nella ESF (European Shiatsu Federation). Viene istituito l'Elenco Professionale Insegnanti. Registrazione del marchio

2019: il COS prende parte e posizione in merito alla prospettiva di un inquadramento dello Shiatsu secondo gli EQF (European Qualification Framework)

2020: nonostante le difficoltà conseguenti alla gravissima situazione legata al Covid in cui versa l'Italia, il COS si impegna costantemente per mantenere il contatto con gli associati attraverso incontri formativi online, corsi di                        aggiornamento, conferenze, presenza sui social, aggiornamenti legali e fiscali sia nazionali che regionali

2021: il COS compie 20 anni!

 

 

 


Stampa